Imprenditori Maghrebini pronti a rilevare il pastificio Tomasello.

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

Una delegazione degli imprenditori tunisini accompagnati dall’On.le Mohsen Marzouk, Capo delegazione,già Ministro e Segretario Generale del partito Machrou Tounes è in Sicilia per verificare la possibilità di investimenti e di collaborazioni.

Tante le aree d’interesse da parte degli imprenditori Maghrebini che già operano in settori come la produzione di porcellana sanitari e piastrelle, l’agro-alimentare, la promozione immobiliare, la produzione in PVC, il trasporto marittimo, l’industria e il commercio di materiali da costruzione e imballaggio metallico, e nel campo dell’informatica.

Tahar Salah, Slim Jouini, Lotfi Abdennadher, Habib Hammlotfi-abdennadher11ami, Mehdi El Mahdi El Heuch, Mondher Ben Ayed questi i nomi dedli imprenditori e tra questi potrebbe esserci quello interessato al Pastificio Tomasello di Casteldaccia. Una delegazione di uno dei gruppi imprenditoriali ha visionato gli impianti e si è detto disponibile a poter trattare nel momento in cui si renderà disponibile sul mercato l’impianto. Attualmente la società è sottoposto a curatela fallimentare e si sta valutando la situazione patrimoniale e finanziaria.

tomaselloPiù di 100 anni da quando, nel 1910 a Casteldaccia, in provincia di Palermo, Giovanni e Francesca Tomasello decisero di mettere su quella che nasceva come una piccola attività artigianale, presto diventata un gran pastificio riuscito a posizionarsi come leader nel mercato siciliano, esportando i propri prodotti anche fuori dall’Isola. Lo stabilimento si sviluppa su un’area di 20.000 mq in prossimità del lungomare di Casteldaccia. Presente in tutte le più importanti catene distributive nel 2012 il fatturato era di circa 25 milioni di euro, venivano prodotti 2000 quintali di pasta al giorno con 6 linee di produzione ed oltre 80 formati di pasta prodotti.

Gli impianti si sono fermati nel novembre del 2014 e oggi forse si riaccende la speranza di farli ripartire. La speranza anche per le maestranze del pastificio di poter riprendere le loro attività lavorative.

A coordinare le attività Sami Ben Abdelaali consulente per l’internazionalizzazione e la crocettaimprenditoritunisini01171cooperazione internazionale del Presidente della Regione Siciliana. A suggellare l’interesse degli imprenditori verso questa ed altre operazioni le parole dell’On. Marzouk e del Governatore della Regione Siciliana Rosario Crocetta. “L’idea è nata qualche settimana fa quando sono andato in Tunisia – ha spiegato il Governatore -. Il progetto è molto avanzato e mostra il dinamismo della società tunisina. Abbiamo molte realtà siciliane che già operano in Tunisia – ha sottolineato Crocetta -. E gli imprenditori tunisini cercano imprenditori per investire in Sicilia nei settori dell’agroalimentare, del commercio e del turismo. I vantaggi per gli operatori siciliani e tunisini sarebbero pratici. Quando si collabora con la Tunisia ci si apre ad un mercato del Maghreb arabo. La Tunisia gode di un asse privilegiato con l’Unione europea”.